25-27 luglio

QUANDO I MURI PARLANO DI BELLEZZA

Lucio Lazzara
Francesco Cavalli
graphic design

IL TEMA
L’insediamento della Filanda di San Leucio per volere di Ferdinando IV ha significato non solo, per la città di Caserta, poter contare su un landmark di prestigio in una posizione invidiabile e su un tassello di storia da affiancare alla più famosa Reggia: San Leucio è stato un progetto culturale e d’impresa che attraverso l’approccio visionario e prospettico del Re ha saputo offrire posti di lavoro agli abitanti di Caserta, creando una comunità operosa e un meraviglioso repertorio di artefatti e tecniche nel mondo della seta. Quel patrimonio di meravigliosi disegni, interpretazioni estetiche e texture, immagini e tecniche di tessitura, riflette tracce estetiche di regalità che costituiscono un cifra identitaria del luogo e di Caserta. È un giacimento di segni che deve essere esplorato in profondità, come speleologi della grafica.

IL CONTESTO

L’esplorazione degli studenti affronterà archivi e biblioteche, memorie illustrate e reperti del museo annesso alla Filanda. Verranno estratti segni e tracce, ricostruite texture e motivi grafici dei tessuti per poi diffondere nelle periferie (in dimensioni giganti) le tracce “regali”, così da nobilitare pareti di edifici trascurate, superfici e muri anonimi. Grafismi che riprendono vita attrarverso l’estensione fisica e colorata delle tracce dell’epopea di san Leucio: segni distintivi storici e decorazioni per trasformare le periferie in un grande teatro urbano.

IL LAVORO
Durante il workshop, i designer consulteranno bibliografie e repertori visuali, cataloghi e campionari. Redigeranno un piano di intervento grafico per ridisegnare i messaggi grafici da applicare – in formati diversi – a superfici precedentemente individuate nelle periferie. L’output è la rappresentazione  – con modelli bidimensionali e tridimensionali di intervento in scala – del recupero e dell’impiego dei soggetti in una forma di arte pubblica.